Le Rubriche

Influenza 2017 al suo picco: tutto quello che c’è da sapere su prevenzione e sintomi

influenza

L’influenza 2017 è arrivata al suo picco. Dalla metà di dicembre alla fine di Febbraio, il virus avrà il suo massimo impatto virale sulla popolazione. Si calcola, infatti, che nei prossimi giorni il numero di ammalati potrebbe toccare quota sette milioni di italiani. Per questo motivo gli esperti consigliano un’adeguata prevenzione, soprattutto da parte dei soggetti più a rischio: bambini, anziani e persone con patologie croniche che potrebbero peggiorare con l’influenza.

 

Influenza 2017: i sintomi

I sintomi riscontrabili quest’anno sono in tutto e per tutto quelli caratteristici delle classiche sindromi influenzali che si ripresentano inverno dopo inverno. Spossatezza, malessere generalizzato, raffreddore e tosse sono solo alcuni avvertimenti che il nostro fisico ci invia, ma l’influenza 2017 è responsabile di ben altri sintomi, piuttosto fastidiosi: dolori muscolari localizzati soprattutto nella parte lombare della schiena, senso di costrizione al petto e febbre dai 38° a salire.

 

La prevenzione come prima cura: ecco le regole da seguire

Il primo schermo al virus influenzale è costituito dal nostro vestiario. È buona regola, dunque, indossare fibre tessili in grado di trattenere il calore del corpo: si può indossare ad esempio una maglia di cotone prima di infilare il nostro bel maglione di lana. Può essere utile umidificare gli ambienti con delle sostanze come timo ed eucalipto, che oltre ad aiutare la respirazione possiedono inoltre delle proprietà antisettiche. Dulcis in fundo, il consiglio più semplice da seguire per molti: preferire il bagno caldo a una doccia. Il corpo nella prima ipotesi riesce infatti a trattenere di più il calore, innalzando le difese immunitarie grazie ai ridotti livelli di stress.

 

Influenza e cibo

Anche l’alimentazione può contribuire a rafforzare il nostro sistema immunitario e a fornire all'organismo le vitamine e i sali minerali che possono aiutarlo a contrastare il raffreddore e l'influenza. Bisogna prediligere frutta e verdura di stagione  e con il virus in atto  scegliere alimenti leggeri come brodo vegetale  e passati di verdure.

 

Influenza 2017: il vaccino a chi è consigliato?

La migliore prevenzione possibile per l’influenza 2017, però, in determinati casi è assicurata esclusivamente dal vaccino anti-influenzale. È consigliato ai soggetti di età pari o superiore a 65 anni, ai bambini di età superiore ai 6 mesi, ragazzi e adulti fino a 65 anni affetti da patologie che aumentano il rischio di complicanze da influenza. Per ulteriori informazioni consigliamo vi visitare la pagina del ministero della salute dedicata all’influenza 2017.

 

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo sui tuoi social network!

Pin It

Organic Food

Fare Mercato nasce come punto di riferimento per la G.D.O. (Grande Distribuzione Organizzata).

In un mare così sconfinato e spesso sconosciuto, soprattutto per il consumatore, Fare Mercato funge da faro, luogo di aggregazione per imprenditori e clienti diretti.

Dove siamo

contentmap_module